SHARE
TWEET

Funzionamento Armi Psicotroniche Controllo Mentale

a guest Apr 3rd, 2016 845 Never
Not a member of Pastebin yet? Sign Up, it unlocks many cool features!
  1. Ho letto con attenzione tutti i vs commenti,
  2. purtroppo al 90% gioca tantissimo la suggestione, per il resto la connessione con le onde cerebrali avviene attraverso
  3. una sincronizzazione attraverso la quale riescono a registrare e ad interagire con il pensiero! solo però, se la vittima si muove all’interno di schemi mentali indotti (se volete evitare la connessione vi occorre soltanto pensare in astratto e creativamente )
  4. Cmnq Vi riporto di seguito uno schema di quelle che sono tutte le fasi che portano al condizionamento mentale, in modo che possa essere utile a qualcuno nel riconoscere lo schema
  5.  
  6. Se avete domande, vi prego di contattarmi in privato (al contrario di molti di voi a me sono ben chiari gli artefici, di almeno di 2 soggetti conosco i nomi e i cognomi; piano e N° di porta) da quello che ho visto sono soggetti a limite della società, frustrati, molto spesso mossi da invidie e gelosie…
  7.  
  8. Se a qualcuno ha qualche suggerimento per fargliela pagare,
  9. scrivetemi.. più volte mi è venuta la voglia di sfondargli la porta a calci, ma si finirebbe per fare il loro gioco andando contro la legalità: per me il gioco è nato ed è stato lanciato a Roma
  10.  
  11. Prima FASE —-studiare la vittima———-
  12. osservazione del comportamento della vittima; stile di vita; rapporti sociali; elementi caratteriali; linguaggio; frasi ricorrenti; tic nervosi; ecc
  13.  
  14. SECONDA FASE —–gioco sociale e sensibilizzazione
  15. I soggetti sono sottoposti ad una sensibilizzazione continua (giorno e notte) attraverso proprio l’utilizzo delle frasi; dei comportamenti della vittima rilevati durante la fasi di osservazione; Il processo di sensibilizzazione avviene
  16. in tutti gli ambienti sociali frequentati; attraverso una tecnica di gioco sociale. spiegata di seguito
  17.  
  18. Schema di gioco:
  19.  
  20. fase1 –
  21. la diffusione di informazioni e notizie vicine al soggetto.
  22. (attraverso catene tipo sant’antonio o comunicazioni via etere attraverso ponti radio presenti, vengono diffuse le frasi o le parole rilevate durante la fase di osservazionevicine alla sfera privata del soggetto designato;
  23.  
  24. fase -2
  25. attivazione dello schema di gioco. I cosidetti attivatori attraverso un segnale vocale o uditivo comunicano agli avventori e i presenti del posto che la vittima è presente e che “il gioco può iniziare”
  26. Iniziano le dinamiche di gioco composte dalla ripetizione delle frasi specifiche e delle informazioni individuate durante la fase di osservazione e studio del soggetto.
  27.  
  28. nota
  29. Spesso i partecipanti non conoscono la vittima, partecipano incosapelvomente a un rito
  30. sociale senza conoscerne finalità e obiettivi.
  31. Sotto l’aspetto cognitivo, invece, la vittima percepisce di essere al centro di un attacco e sotto-osservazione con conseguenze importanti sull’umore e sulla psiche. L’attivazione del gioco sociale persegue la finalità di indurre il soggetto a stati ansiogeni, stressogeni e
  32. crisi di panico; adducendolo in comportamenti antisociali, aggressivi, anomali. L’obiettivo è screditare il soggetto sul piano sociale ed affettivo, costringendolo a gesti e/o comportamenti illogici e irrazionali;
  33.  
  34. TERZA FASE —–Mapping e inizio delle procedure di interazione neuro/cognitiva
  35.  
  36. Rappresenta una delle procedure più delicate.
  37. Il soggetto viene sottoposto (di solito nelle ore notturne ad una scansione delle aree cerebrali)
  38. attraverso un sistema di stimolo/risposta (sr) che persegue la finalità di registrare,interpretare e interagire con i segnali elettrici del cervello attraverso la decodifica delle onde cerebrali. La tecnologia è simile alle procedure di lettura e scansione EEG e utilizza strumentazione di induzione e rilevazione ad onde elettromagnetiche;
  39.  
  40. La mappatura persegue lo scopo di instaurare una connessione con il cervello attraverso una tecnica definita di “patternizzazione”
  41.  
  42. Questo consentirà agli stalker di interagire direttamente (attraverso l’invio di segnali elettrici e ad impulso) con la corteccia ematosensoriale della vittima, ricreando direttamente stati come:
  43. confusione;
  44. stanchezza;
  45. tachicardia;
  46. stress
  47. spossatezza
  48. spasmi muscolo-tensivi
  49. irriggidimento dei nervi
  50. ecc
  51.  
  52. Durante la fase di mapping vengono predisposte anche le operazioni per agevolare la rilevazione e il controllo a distanza del soggetto, come la dilatazione dei seni nasali che fungeranno da canale inalatorio di particelle e pulviscolo atmosferico ionizzato garantirà la rilevazione a distanza del soggetto.
  53.  
  54. nota
  55. le operazioni di scansione, come il mapping sono possibili (ovviamente in base alla mia esperienza) solo se viene soddisfatto il principio di “vicinanza”. In parole povere
  56. la casistica ideale è che gli stalker siano materialmente vicine al soggetto, negli ambienti di maggiore stazionamento del soggetto (come ad esempio stanze adiacenti o comunicanti
  57. con la camera da letto, luoghi di lavoro); Di solito per agire indisturbati operano la notte; ma non di rado anche negli ambienti di lavoro sfruttando magari lo stordimento dovuto ad azioni mobbing; ecc
  58.  
  59. Controllo e condizionamento a distanza
  60. Il soggetto iniziato (in gergo vengono utilizzate frasi come: “tagliato” “aperto” “fatto” “preparato” ecc) viene monitorato e controllato costantemente.
  61. La dinamica di rilevazione è di seguito spiegata.
  62. Attraverso un processo induttivo/irraggiamento le particelle e il pulviscolo atmosferico caricato elettronicamente (ionizzato) viene direzionato e veicolato attraverso i condotti nasali
  63. e uditivi del soggetto (QUEL SIBILO ACCENNATO DAL CURATORE DEL SITO E’ DOVUTO PROPRIO A QUESTO PROCESSO)
  64. Le particelle, una volta inalate e adagiate all’interno delle sacche e della scatola cranica verranno caricate elettricamente attraverso un segnale RF (radio frequenza) ciò consentirà la rilevazione del soggetto e allo stesso tempo la trasmissione di immagini; audio; ecc. bypassando i canali preposti come quello uditivo/visivo; All’atto pratico si diventa una specie di radio/antenna;
  65.  
  66. Consigli
  67. a) E’fondamentale evitare qualsiasi interazione
  68. con gli stalker, sia positiva che negativa;
  69. Ogni forma interattiva non fa altro che fornire ulteriori informazioni agli stalker e arricchire la mappatura encefalografica;
  70.  
  71. b)Mezzi permettendo; dotarsi di rilevatori di segnali elettromagnetici che sappiano registrare le fonti e le intensità del segnale; non è improbabile
  72. che si possano registrare picchi di elettromagnetismo durante le fasi di irraggiamento;
  73.  
  74. c)Non cadere mai nel tranello di comunicare a qualcuno, anche familiari e/o amici
  75. di essere vittima del programma. Chi non è una vittima penserà immediatamente a qualche forma di malattia mentale (ricordatevi è lo scopo del gioco farvi apparire proprio insani di mente e screditarvi)
  76.  
  77. d) Non fatevi suggestionare; gli stalker utilizzano qualsiasi mezzo per creare soggezione e paura, ma all’atto pratico paradossalmente sono impossibilitati nel rivelare il sistema di controllo, innanzitutto perchè non è credibile,
  78. in secondo luogo perchè non possono materialmente fare pressioni reali nei confronti delle persone a voi care e/o all’interno della vostra sfera professionale; “VE LO FARANNO CREDERE PER FARVI CADERE IN DEPRESSIONE”, i vs cari, gli amici più fidati, ecc sono totalmente inconsapevoli, se utilizzano frasi e o espressioni sensibili lo fanno perchè reagiscono a degli stimoli…inconsapevolmente;
  79. Qualsiasi arma utilizzata e rivolta al semplice scopo di intimorirvi. Sono semplicemente
  80. persone e spesso incaricate a farlo perchè proprio a limite della società. Rifiuti.
  81. Quindi non fate il loro gioco e non fatevi intimidire!
  82.  
  83. Cenni sulla tecnologia e la metodologia
  84.  
  85. Possibili rimedi/deterrenti
  86.  
  87. Rendere asimettrica la comunicazione; la comunicazione avviene perchè vi è una simettria tra la fonte (stalker/operatore) emittente (encefalo);
  88. Per interrompere il processo di comunicazione/corrispondenza
  89. occorrerebbe modificare le onde di modulazione cerebrale e/o dissimulare la patternizzazione conseguente alla mappatura;
  90. Leggete! leggete! studiate e fate nuove esperienze e soprattutto trovate la forza di pensare e creare nuove connessioni. Pensate creativamente, in stratto e soprattutto utilizzate pensieri complessi e ragionate in prima persona!! Se vi inducono a pensare a qualcosa, pensate ad altro. Dovete trovare la forza di rompere gli schemi
  91. cognitivi indotti in fase di condizionamento e ragione in chiave critica.
  92.  
  93. Meditazione, yoga e rafforzamento delle aree cervicali ed emato-sensoriali; contribuisce a ritrovare un buon equlibrio fisico e soprattutto mentale;
  94.  
  95. Concentrazione
  96. per evitare di sentire voci, commenti, ecc. Concentratevi sulle vostre azioni. Se non riusciste a concentrarvi, concedetevi 10 minuti di meditazione concentratevi su un punto e rilassate la mente;
  97.  
  98. Chi sono i gruppi e/o gli artefici…
  99. Svariati! nel mio caso specifico qualche simpatcollega simpatizzante
  100. frustrato della propria condizione esistenziale che
  101. si è adoperato a rintracciare informatori e conoscenti all’interno dello stabile del mio domicilio.
  102. Situato in questo caso nell’area di Roma Nord.
  103.  
  104. Non sono tanti, per fortuna, ma sono molto pericolosi;
  105. possono agire su mandato di aziende, gruppi, o più semplicemente su iniziativa personale con l’obiettivo di fare saltare i nervi alla vittima e renderla incapace di condurre
  106. una vita normale, o semplicemente incapace di lavorare
  107.  
  108. In ogni caso, quello che è comune è sempre il modus operandi.
  109.  
  110. Personalmente, come vi dicevo, sono riuscito ad individuare tre degli esecutori materiali, (esecutori inteso come soggetti attivi soprattutto nella fase di sensibilizzazione; di diffusione
  111. delle informazioni relativi alla sfera privata e condizionamento)
  112.  
  113. Contattatemi in privato, se posso cercherò di esservi d’aiuto
  114. se invece qualcuno di chi legge abbia qualche idea per fermarli, scrivetemi.
  115. (luca.menotti80@gmail.com)
  116.  
  117. saluti
RAW Paste Data
Top