SHARE
TWEET

Rise Of The Legend Song Free Download

a guest Aug 25th, 2018 21 Never
Not a member of Pastebin yet? Sign Up, it unlocks many cool features!
  1.  
  2.  
  3. ********************
  4. Rise Of The Legend
  5. http://urllie.com/ossjc
  6. (Copy & Paste link)
  7. ********************
  8.  
  9.  
  10.  
  11.  
  12.  
  13.  
  14.  
  15.  
  16.  
  17.  
  18.  
  19.  
  20.  
  21.  
  22.  
  23.  
  24.  
  25.  
  26.  
  27.  
  28.  
  29.  
  30.  
  31.  
  32.  
  33.  
  34.  
  35.  
  36.  
  37.  
  38.  
  39.  
  40.  
  41.  
  42.  
  43.  
  44.  
  45.  
  46.  
  47.  
  48.  
  49.  
  50. Prima che io possa davvero discutere & quot; Rise of the Legend & quot ;, ho bisogno di darti un po 'di background. Questo non è particolarmente chiaro nel film e per il pubblico non cinese, l'impostazione potrebbe essere fonte di confusione. Nel diciannovesimo secolo, varie nazioni costrinsero i deboli leader cinesi Ch'ing ad accettare la loro presenza nel paese. Paesi come la Gran Bretagna, la Russia, la Francia e persino il Giappone hanno scavato porzioni del paese per essere utilizzate come basi per il commercio e uno dei modi in cui hanno fatto soldi è stato nel commercio dell'oppio. Inoltre, i signori della guerra e i capigruppo cinesi hanno lavorato con questi stranieri per sfruttare il paese e le sue ricchezze e, non sorprendentemente, la gente comune si è offesa per questo. Ma questi stranieri e i loro partner cinesi si stavano arricchendo e avevano poca considerazione per il danno che stavano causando. Ciò ha portato ad una serie di guerre (come le Opium Wars e, più tardi, la Ribellione dei Boxer) e alla fine l'unificazione e l'abolizione dell'Imperatore - che sembrava preoccuparsi poco della piaga della gente o della debolezza del suo paese . Un eroe durante questo periodo di guerra civile e caos fu Wong Fei-hung (noto anche come Huang Feihong). La sua prodezza con le arti marziali lo ha reso un punto di raccolta e molte delle sue imprese sono state celebrate e esagerate nei film nel corso degli anni, come ad esempio "C'era una volta in Cina" di Jet Li. e Jackie Chan's & quot; Drunken Master & quot; pellicole. L'ultimo di una lunga serie di film semi-biografici è "Rise of the Legend". <br/> <br/> In questa versione, la parte precedente della vita di Wong Fei-hung è esplorata dal regista Roy Hin Yeung Chow e il leggendario stesso è interpretato da Eddie Peng. Mentre Peng non è esattamente un nome familiare, le sue abilità nelle arti marziali sono superbe nel film-- soprattutto perché sono entrambi incredibili da guardare e generalmente credibili. Il cosiddetto 'filo fu' è usato nel film e gli eroi fanno sanguinare e ottengono il moccio a calci fuori di loro di tanto in tanto. L'unica parte davvero difficile da credere per me è stata guardare il noto attore Sammo Hung che combatteva l'eroe fino a quasi un pareggio. Mentre Hung ha fatto un sacco di film di arti marziali (molti con il suo amico Jackie Chan), ha 60 anni e, beh, un po 'di sangue (non ho motivo di parlare in questo dipartimento) - e vedendolo combattere Peng ha fatto prendi qualche sospetto di credenza, anche se Hung ha fatto sorprendentemente bene e mi ha sorpreso con la sua interpretazione. <br/> <br/> Il film è un po 'difficile da seguire, poiché alcune cose nella trama del film presumono che lo spettatore saprà. Inoltre, lo storytelling è occasionalmente non lineare. Così, mentre guardavo, ho scoperto che avevo davvero bisogno di prestare attenzione, capire il contesto e metterlo insieme nella mia mente mentre guardavo. Quello che lentamente ti rendi conto è che il malvagio leader della Black Tiger Gang di Canton, Lei Gong (Hung), ha appena fatto appendere a Wong Fei il suo quarto figlio adottivo dopo che Wong da solo ha ucciso uno dei rivali di Gong e ne ha preso uno ENORME numero dei soldati del ragazzo. Puoi solo supporre che Wong sia cattivo, come Lei Gong è ricco dei suoi profitti nella vendita di oppio e schiavitù. Tuttavia, con il progredire del film, ti rendi conto che Wong sta giocando un piano molto profondo - uno che mira a liberare finalmente gli schiavi, distruggere i magazzini dell'oppio e aiutare l'uomo comune. Considerando che Lei Gong è spietato, malvagio, ha un esercito tutto suo e ha altri tre figli adottivi che sono incredibili con le loro abilità nelle arti marziali, il compito di Wong sembra monumentale per non dire altro! <br/> <br/> Quindi è questo nulla di buono? Bene, in generale si. L'azione è di prim'ordine.Anche se non è così selvaggio come potresti trovare in molti film, il combattimento con le arti marziali sembra reale e ti terrà al corrente. Inoltre, ci sono molti elementi della storia che funzionano bene. Le mie uniche preoccupazioni sono il modo in cui la storia viene presentata. Come ho accennato sopra, il film può essere un po 'difficile da seguire ea volte ho la sensazione di aver visto molti film simili - e ho considerato quanti film Wong Fei appesi sono usciti dalla Cina negli ultimi poche decadi! Il mio verdetto è che se sei un fan del genere e capisci il contesto, guarda con attenzione questo. Se no, allora non è esattamente un film da vedere ... anche se certamente non puoi sbagliare a guardarlo.
  51. Sammo Hung e Eddie Peng recitano in quello che è chiaramente un tentativo di rinnovare il successo di Once Upon a Time nella lunga serie cinese sull'eroe rivoluzionario e artista marziale Wong Fei-Hung. <br/> <br/> Sono stati spesi molti soldi per questo, il casting è abbastanza decente e la cinematografia e le scenografie sono lussureggianti; ciò che lascia cadere il film è il montaggio incerto e la mancanza di ambizione quando si tratta di cose come la sequenza finale di combattimento che sembrava che qualcuno avesse preparato il terreno per una battaglia all'ultimo sangue tra due campioni esperti solo per avere il sollievo comico terzo tiratore delle corde. <br/> <br/> La trama è incentrata su Fei-Hung e i suoi amici d'infanzia aspirano a vendicarsi di una potente banda che incolpano di aver distrutto le loro vite e coloro che li circondano. Fei si infiltra nella banda e orchestra a poco a poco la caduta spettacolare della sua nuova famiglia e il tradimento del padre adottivo, culminando in una resa dei conti con Sammo Hung, che interpreta il furbo boss della mafia. Di tono melodrammatico e tragico, il film è soffocato da momenti disegnati per suscitare dolorose espressioni di dolore e frustrazione da parte di Eddie Peng, che presumibilmente dovrà portare con sé gli inevitabili sequel se questo dovesse essere ritenuto abbastanza buono. Tristemente Eddie Peng, anche su una caldaia a base di pentole, la scala degli anni '70 di Shaw Brothers non è ancora arrivata. Forse sono severo con Eddie Peng, ma quando scoppiò Jet Li per la prima volta, non c'erano mai dubbi su quanto fosse bravo e quanto sarebbe diventato grande, Peng comunque non è Jet Li. Sammo Hung gioca senz'altro Sammo, per essere critico nei confronti di ciò sarebbe ingiusto. Rise of the Legend subisce in qualche modo la precedente e definitiva versione della vita dell'eroe. <br/> <br/> Come film di arti marziali mette in risalto le tecniche di combattimento chiave e imposta sequenze d'azione se non così complesse come Jet Li o le opere di Jackie Chan, sono almeno ben filmate e attirano la vostra attenzione. Inoltre, molte sequenze di lotta ricordano film precedenti sia in uso di scenografie che ostacoli presentati. Così facendo ci viene chiesto di giudicare l'omaggio ai registi e concludere tristemente che se stiamo cercando la coreografia a bocca aperta e le esposizioni estese di scenari di battaglia complessi originali o almeno ben eseguiti, dovremmo impostare le nostre aspettative su media. Come cognoscenti del genere ammetterò di non annoiarmi per le scene di combattimento e attendo con ansia il prossimo, infatti potresti contare su di loro che scoppiano abbastanza regolarmente. Combattendo la metà di quello che ti aspetteresti da un film del genere, tocca le note giuste per intrattenere. <br/> <br/> L'altra metà della storia, in cui esploriamo le motivazioni e le macchinazioni degli eroi e cattivi è un bel libro di testo e prevedibile, inframmezzato da intrusioni talvolta fastidiose e ritagli di storie secondarie raccontate sotto forma di flash back all'infanzia di Fei-Hung, allenamento in un monastero e occasionali improvvisi momenti personali che sono troppo brevi. Più fratelli Shaw di Crouching Tiger, a questo proposito il film è deluso da una trama sciatta e si affida alla scena di combattimento successiva per perdonarlo. <br/> <br/> Rise of the Legend non è buono come potrebbe sono stati, ma è abbastanza buono da intrattenere per due ore.
  52. effetto speciale, oltre alla trama noiosa ripetitiva troppo ripetuta, scene di combattimento lunghe e noiose assolutamente inutili. l'unica impressione di questo brutto film è noiosa, noiosa e noiosa. perché le industrie cinematografiche cinesi in Cina continentale e hong kong sono così ossessionate da questa leggenda hwang. il dialogo fatto dagli attori o la voce di altre persone che facevano solo questa linea di lavoro, ma che si rivelarono abbastanza naturali solo a causa del contrito dialogo. è una trama così noiosa con i flashback inseriti casualmente dei ragazzini o usato alcuni occidentali per scopi extra di sfondo. non c'è nulla di abbastanza interessato da mantenere l'interesse o la concentrazione. ogni scena di questo film è stata messa in scena, compresi i costumi e il trucco. il dialogo è così noioso e il tempo della maggior parte del film è troppo lento con scene di combattimento improvvisamente esplosive, ma poi di nuovo, la narrazione fuori campo del personaggio principale rende anche lo spettatore come me non necessario e imbarazzante. so che questo attore di Taiwan è diventato una stella nascente, piuttosto caldo perché negli ultimi anni si è esibito in così tanti film, ma in realtà non è una scoperta unica, ma un ragazzo normale e misto. tutto sommato, questo film è un film marginalmente guardabile, se hai altra scelta migliore per ammazzare il tempo, non sprecarlo guardando questo, è solo così noioso.
  53. Non meno di due decenni sono passati da quando Jet Li ha assunto l'iconico ruolo di Wong Fei Hung nella classica serie di "C'era una volta in Cina" di Tsui Hark, e per una buona ragione, nessun regista ha mai osato montare una simile versione cinematografica del famoso eroe popolare. Fino ad ora, ovviamente, "Rise of the Legend", il regista di Hong Kong Roy Chow Hin-Yeung affronta la sfida di ricreare una leggenda attraverso una storia di origini, fondando il crescente attore taiwanese Eddie Peng come protagonista. br /> <br/> Siamo tristi deludere i fan di Peng, ma l'attore non è semplicemente un sostituto di Li. Il paragone, per quanto ingiusto, è inevitabile, perché Li aveva così completamente abitato il personaggio che la prima impressione che viene in mente quando si pensa al personaggio è Li stesso. Mentre può proiettare abbastanza confidenza e fascino fresco per convincere Wong Fei Hung come un giovane e coraggioso, Peng semplicemente non ha l'equilibrio e le sfumature del suo predecessore per rendere il suo ritratto altrettanto dignitoso e avvincente. <br/> <br/> Gran parte La performance di Peng non si spinge oltre la postura, alternando un comportamento compiaciuto di sé quando con i membri della malvagia banda della Tigre Nera che si infiltra per smantellare dall'interno e una vivace esibizione di grinta (non diversamente da ciò che ha mostrato in "Imbattibile" come combattente MMA) quando prende in mano i suoi avversari a pugno di ferro. Solo quando riceve la tregua occasionale per uscire con i suoi compagni d'infanzia Fiery (Jing Boran) e Chun (Wang Luodan) vediamo una performance più sincera e seria da parte di Peng, ma queste scene - data la natura segreta della missione personale del suo personaggio - sono purtroppo pochi e distanti tra loro. <br/> <br/> Anche se può avere l'atleticismo e il fisico (stiamo parlando di pettorali ingrassati e addominali arruffati qui) per l'avvio, Peng manca della fisicità di qualcuno che è addestrato nelle arti marziali. In effetti, è troppo appariscente nelle sequenze d'azione dirette dal coreografo veterano Corey Yuen, che in ambienti più stretti e dalle pareti alte è filmato con il tipo di distrazioni artistiche che emulano i "Grandi Maestri" dello scorso anno - completo di acqua piovana, (in abbondanza) slo -mo colpi e pov inquadratura - che vede Peng sembrare piuttosto che impressionare e in luoghi più espansivi si affida troppo all'utilizzo del wirework per aumentare le mosse di Peng (o la sua mancanza). Il fatto che le sequenze di combattimento non siano così eccitanti come dovrebbero essere non è solo colpa di Peng, ma, sfortunatamente, è ancora troppo chiaro Peng non è un artista naturale come altri luminari come Li , Jackie Chan o Gordon Liu erano. <br/> <br/> A dire il vero, Peng non è certo l'inizio dei problemi di "Rise's", che, pur assorbendo parti, ha evidenti difetti. Sebbene sia inteso come una storia che spiega le origini di Wong Fei Hung, la sceneggiatura di Christine To non dona molto al personaggio. Alcune sequenze di flashback mostrano il padre di Wong (Tony Leung Kar-Fai) che impartisce alcune parole di saggezza sul salvare le persone che continua a tenere cari e su come un breve periodo in un monastero ha trasformato il suo senso di vendetta dopo la morte di suo padre per mano di alcuni teppisti locali a chi cerca giustizia, ma si trova fuori obbligato piuttosto che toccante. C'è ancora meno tempo per conoscere Fei Hung quando Peng subentra come un giovane adulto, visto che To lo ha troppo impegnato nelle trame di un thriller da gangland piuttosto che costruirsi un ritratto sfaccettato di lui - oltre al già stabilito il suo inimitabile senso di rettitudine. <br/> <br/> Non è che il malavita colorato comprenda Sammo Hung come Maestra Mastro, il capo della banda della Tigre Nera, ei suoi figli adottivi - North Evil (Jack Feng) , Black Crow (Byron Mann) e Old Snake - non è divertente; ci si diverte a guardare Fei-Hung, Fiery e Chun destabilizzare il terzetto litigioso e la loro testa autoritaria dall'interno - mentre Fei-Hung vince la fiducia del Maestro Lei uccidendo il capo della banda rivale del Mare del Nord per diventare il suo quarto uomo adottivo figlio - e senza - con Fiery e Chun guidano i poveri, gli affamati e gli oppressi per le strade sotto la bandiera della banda degli Orfani contro le Tigri Nere. Per tessere uno schema abbastanza ingegnoso qui, così tanto che le riprese di Chow continuano a resistere, e ci sono scene che chiaramente avrebbero beneficiato della direzione di un timoniere più forte. <br/> <br/> Probabilmente è anche parte di il motivo per cui il tentativo di To di dipingere Fei Hung come un uomo con un grande sogno di restituire giustizia alle masse, che è rimasto fedele ai suoi ideali anche se sono venuti a un pesante costo personale, non è così stimolante come dovrebbe essere . Sì, il sacrificio è molto importante nel terzo atto, ma perché l'amicizia tra Fei Hung e i suoi compagni d'infanzia non ha abbastanza tempo per essere pienamente ritmata, la conclusione finale che attende alcuni di loro, in particolare per quanto riguarda Fei Hung , è meno commovente e persuasivo. <br/> <br/> Mentre ci si aspetterebbe una narrativa basata sui personaggi per questa storia di origini di Wong Fei Hung, Chow e To (le cui precedenti collaborazioni includono il thriller non intenzionalmente divertente detective "Assassino" e un seguito di medio livello " Nightfall ') optiamo invece per una trama guidata che trapianta gli elementi di un thriller ganglandiano in un'azione d'azione di arti marziali.Il risultato è più il primo che il secondo, quindi quelli che si aspettano delle emozionanti sequenze di lotta saranno sicuramente delusi - più ancora dopo una resa dei conti fiacca tra Peng e Hung in un magazzino in fiamme dove i due si guardano l'un l'altro e si chiedono l'un l'altro quanto è "caldo" che combattere. Per ora, questa "leggenda" rimane saldamente con Li e Tsui Hark, il cui "Once Upon A Time in China" rimane l'unico Wong Fei Hung che devi conoscere.
  54. Ho avuto la possibilità di vederlo in anteprima a Hong Kong. Nel complesso, questo è il franchise di ritorno del Huang Feihong, reso popolare da Jet Li. Ora il nuovo attore Eddie Peng (da Taiwan) che ritrae il prequel del Huang Feihong per dire meno è abbastanza buono. Questa versione trovo che sia più scura della versione Jet Li, ma nel complesso mi piacciono davvero le scene di combattimento. <br/> <br/> Lo spettacolo è narrato in mandarino e non in cantonese come mi sarei aspettato. Nel complesso, penso che avere una versione mandaricana consenta una copertura più ampia degli spettatori in Asia e in Cina. <br/> <br/> La trama è abbastanza semplice, in pratica racconta del giovane Huang Feihong che si unisce alla triade mostrando le sue abilità. Ma la profonda intenzione di fondo è distruggere la triade che ha contrabbandato lavoratori illegali all'estero.
  55.  
  56. An orphan, whose father has been killed by dark power, attempts to bring justice back to the town.  b0e6cdaeb1
RAW Paste Data
We use cookies for various purposes including analytics. By continuing to use Pastebin, you agree to our use of cookies as described in the Cookies Policy. OK, I Understand
Not a member of Pastebin yet?
Sign Up, it unlocks many cool features!
 
Top